Regolamento Pesca LAGUNA DI GRADO

Approvato con delibera n.11 del 19/03/2019

Ormai sono giorni che numerosi soci e amici pescatori si chiedono a che punto siamo con il regolamento per la pesca nella Laguna di Grado. Ad oggi ci sono ancora diversi punti interrogativi come ad esempio la quota giornaliera, settimanale, mensile o annuale da pagare. Di fatto, ad oggi, come riportato dalla stampa locale, si registrano solo degli allontanamenti dei pescatori sportivi dalle rive che si affacciano sulla Laguna di Grado.

Di seguito si riportano alcuni stralci del regolamento per la pesca sportiva nella Laguna di Grado per i non residenti nel Comune in parola tratto dal sito istituzionale del Comune di Grado con l’intento di non innescare polemiche ma di dare maggiori informazioni ai soci che praticano la pesca sportiva:

Art. 4

Pesca non professionale esercitata dai non residenti nel Comune di Grado

L’esercizio della pesca da parte dei soggetti non residenti nel Comune di Grado, regolamentato nel rispetto delle fonti normative di cui all’art.2, é ammesso, previo ottenimento del premesso di cui all’art.6 del presente Regolamento, ed è così disciplinato:

  • A. Attrezzi
    E’ consentito l’utilizzo dei seguenti attrezzi:
    • a. Canna con o senza mulinello: è consentito l’uso di un massimo di tre canne per persona, con non più di tre ami per ciascuna canna. Non possono essere usati ami ad ancoretta, fatta eccezione per la “pesca a spinning”; l’uso della canna può essere anche fatto dall’imbarcazione, in questo caso deve essere ancorata a motore spento e nel rispetto delle norme della navigazione;
    • b. Lenza a mano con uno o più ami (togna, bolentino): è consentito l’utilizzo di un numero massimo di tre lenze a persona. Per tale tipo di pesca è consentito l’uso della barca o natante non ancorato, a motore spento, purché non costituisca pericolo per la navigazione.
  • B. Pesca di molluschi
    Non è consentito l’esercizio della pesca dei molluschi da parte dei soggetti non residenti nel Comune di Grado.

  • C. Limiti del pescato
    L’esercizio della pesca non professionale, per i soggetti di cui al presente articolo, è permesso per non più di 3 Kg. al giorno / per persona, salvo che non si tratti di un unico esemplare di peso superiore ai 3 Kg. Il pescato dovrà essere utilizzato esclusivamente per uso personale e/o familiare.

Art. 5

Ammende

La violazione delle norme contenute nel presente Regolamento comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa da €.500,00 (eurocinquecento/00) a €.1.000,00 (euromille/00).

Art. 6

Rilascio del permesso di pesca

La pesca non professionale esercitata dai soggetti non residenti nel Comune di Grado è subordinata al possesso del permesso rilasciato dal Comune. L’istanza per il rilascio dello stesso dovrà essere presentata al servizio preposto entro il termine massimo di giorni 10 dal periodo richiesto. Le tariffe saranno deliberate dall’organo comunale competente.

Art. 8

Entrata in vigore e conseguenti abrogazioni

Il presente regolamento entrerà in vigore a partire dalla data di deliberazione da parte della Giunta Comunale delle tariffe per il rilascio dei permessi ai soggetti non residenti.

CONSIGLIAMO di prendere visione della versione integrale consultabile nel sito del Comune di Grado al seguente indirizzo: www.comunegrado.it
oppure di scaricare il

Documento Integrale